Portfolio

“È un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa”
Henri Cartier-Bresson

Le mie immagini, siete voi.

NULLA PIÙ DEI VOSTRI SORRISI E DELLE VOSTRE EMOZIONI FILTRATI DALLA MAGICA LUCE DEL SOLE.

Ho iniziato a fare questo lavoro per gioco, e così è rimasto per anni, finché non ho capito che non potevo più farne a meno. Rivivere ogni volta l’incontrollabile potere della creazione, unita al sapore della caccia, della ricerca di un preciso momento, di un sentimento, una lacrima o un sorriso forse solo immaginato ma non per questo meno vero, che cerchi di imprimerti nella mente prima di dimenticarlo per sempre. Quell’impressione che all’improvviso, solo per un istante, tutti i segreti del mondo ci siano stati svelati, intravisti attraverso una finestra che subito si chiude.

  NOI FOTOGRAFI SIAMO CACCIATORI DI EMOZIONI.

Non è una questione di attrezzatura, di tecnica, di capacità di visione o di ritocco, ma di empatia.

Come un ospite che, in casa d’altri, si riconosce incrociandosi in uno specchio…
Custodire le emozioni più importanti delle vostre vite, e saperle imprimere con la luce per farle rivivere per sempre è il mio obiettivo.

Regalarvi un respiro, un ISTANTE in cui il tempo si ferma, per avere l’occasione di uscire dal vostro corpo e ammirare i vostri più grandi successi, strappandovi dalle frenetiche giornate in cui tutti noi siamo fagocitati ogni giorno, e lasciare quel momento impresso nella pellicola per renderlo eterno. Può esserci qualcosa di più gratificante?
A volte dimentichiamo la bellezza che siamo NOI, i nostri FIGLI, i nostri MARITI, la nostra casa, troppo impegnati a rincorrere il tempo che non basta mai. Ci abbrutiamo con la frenesia e non siamo più capaci di guardare la bellezza della semplicità e delle emozioni.

Creare delle immagini insieme a me significa prima di tutto regalarsi del TEMPO.

IL MIO STILE è proprio questo. L’immagine non è artefatta, non è patinata, non è quella di un fotoromanzo.
È NATURALE. È proprio quella che avevi visto nella tua mente e che avresti voluto ricordare. Less is more, diceva il grande architetto Ludwig Mies van der Rohe.

 

L ’essenziale. Voi.

 

Le vostre emozioni come protagoniste. In modo che osservandone una sola, o poche, o mettendole tutte insieme, si riesca a scorgere in ogni momento la vera forma di voi stessi.